Definizione e Caratteristiche – Demenza di Alzheimer, Vascolare, Senile,…

Hai un familiare che:

  • Si perde nel suo quartiere?
  • Non si orienta in auto?
  • Non sa giorno, data e luogo?
  • Ripete spesso le stesse cose?
  • Dimentica appuntamenti ed eventi?
  • Ha difficoltà a eseguire più azioni contemporaneamente?
  • Non trova le parole?

La Demenza  è una malattia degenerativa delle cellule del cervello a decorso progressivamente ingravescente; in particolare la malattia ha un esordio insidioso e spesso malati e familiari sottovalutano i primi sintomi come il disorientamento o qualche dimenticanza attribuendoli alla stanchezza o ad altre condizioni esterne.

SINTOMI DI DEMENZA ED EVOLUZIONE

Con il passare del tempo i sintomi cognitivi si fanno più pesanti con vistose cadute sul versante della memoria e del ragionamento; nella fasi più avanzate i disturbi riguardano anche il linguaggio, il movimento e la percezione.

In modo più o meno trasversale al decorso della malattia ai sintomi cognitivi si affiancano anche disturbi del comportamento che possono assumere le caratteristiche di un disturbo d’ansia o dell’umore (ad esempio depressione) oppure mimare veri e propri disturbi psichiatrici (deliri, allucinazioni); sono molto comuni tra i disturbi del comportamento l’agitazione e l’aggressività.

In Italia, secondo l’ Istituto Superiore di Sanità, oltre 1 milione e 200 mila di Italiani sono affetti da demenza, di questi, 600 mila sono ammalati di Alzheimer, la forma più comune di demenza, associata all’accumulo di una proteina (beta amiloide) a livello cerebrale e alla formazione di grovigli che determinano la morte delle cellule interessate.

Purtroppo le proiezioni parlano di cifre destinate a duplicare nel prossimo ventennio e di una consistente quota di ammalati di demenza nei quali la malattia non viene riconosciuta e diagnosticata e di conseguenza nemmeno trattata.

In alto a destra vedi anche “TERAPIE E SERVIZI PER ALZHEIMER E ALTRE DEMENZE”